itenfrdeptrues
Martedì, 11 Dicembre 2018 13:19

Chiesetta di Piedigrotta Pizzo Calabro

Scritto da Antonello
Vota questo articolo
(0 Voti)

Queste incantevoli immagini, dove la forza della natura e la fantasia dell'uomo si sono uniti, appartengono alla splendida chiesetta di Piedigrotta o come, più comunemente la chiamano i Pizzitani a "Madonnella”.

Sulla spiaggia a pochi passi dal mare a "Prangi" (Pizzo Calabro) scendendo una scalinata dove lo sguardo è abbagliato dall'azzurro del bel mar Tirreno, dalla luce speciale e dai panorami spettacolari dove stupito dalla bellezza ti chiedi se tutto ciò è un dipinto incantevole o è frutto della bella natura.....

Proprio qua dove lo sguardo si perde nell'orizzonte del mare e il rumore delle onde ti rassicurano, entrando da una semplice porta sei già in una grotta scavata nella roccia, dove stalagmiti sono state scolpite e trasformate in statue. Queste statue plasmate nel tufo risalgono alla fine dell'800, e sono state scolpite da un artista locale Angelo Barone e successivamente da suo figlio Alfonso. Molte arcate separano le cappelle e le grotte che accolgono il Presepe, il San Gregorio, tanti angeli simbolo della bellezza e della beatitudine, sensazioni che suscita anche questo luogo.

Appena si entra a sinistra c'è l'altare della Madonna del Rosario, sono presenti anche scene della Sacra Scrittura come la moltiplicazione dei pani e dei pesci, episodi del vangelo, della vita dei santi. Sono presenti circa un centinaio di statue, molto suggestive poiché i loro volti (ormai vecchi) privi di colori, sembrano assumere un colorito ed una espressione col riflesso della luce dorata del sole di Calabria, che penetra nelle fessure delle rocce rendendo queste scene mille volte più suggestive ed emozionanti.

Nella chiesetta vennero creati due bassorilievi dal nipote di Barone, raffiguranti Kennedy e papa Giovanni XXIII. Accanto alla storia, così come ogni posto importante si accosta una leggenda che risale al 1600. Si narra che un veliero in balia alle onde tempestose,naufragò sulle rocce della costa di pizzo. I marinai della nave, addossarono la loro salvezza alla protezione di un quadro della Madonna che si trovava sulla nave e, stranamente i marinari sul bagnasciuga ritrovarono il quadro della Madonna che era a bordo della nave.

Così scavarono nella roccia una piccola cappella e vi collocarono la sacra immagine. Sentir parlare di questo posto si pensa a qualcosa di bello da ammirare, ma visitarlo è un'esperienza indimenticabile. Perchè ciò che è veramente bello rimane per sempre scolpito nella mente e nel cuore.

Letto 318 volte Ultima modifica il Sabato, 15 Dicembre 2018 18:22
Altro in questa categoria: Lo spot di kite surf a Gizzeria Lido »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli più popolari

  • La Sila
    La Sila

    Avresti mai immaginato di poter sciare in una delle Regioni più calde d'Italia, bagnata da due mari e nota per le sue coste incantevoli? Basta sognare, scopri la Sila!

  • Catanzaro
    Catanzaro

    Catanzaro rappresenta la summa degli "estremismi" naturalistici che ci regala la nostra Regione. Dalla Sila al mare, tutto all'interno del capoluogo della Calabria.

  • Nocera Terinese
    Nocera Terinese

    Nocera Terinese è uno dei borghi con origini antichissime e tra i più suggestivi della Calabria.

Hotel Paradiso

Hotel Paradiso è una struttura modernissima che offre ospitalità in Calabria per tutte le esigenze. Per i tuoi soggiorni di lavoro o per la tua vacanza in Calabria l'Hotel Paradiso a Falerna è pronto a soddisfare tutte le tue esigenze.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostre offerte

{emailcloak=off}

Ricerca

itafsqarhyazeubebgcazh-CNzh-TWhrcsdanlenettlfifrglkadeelhtiwhihuisidgajakolvltmkmsmtnofaplptrorusrskslesswsvthtrukurvicyyi